ODONTOIATRIA

GENGIVITE E PARADONTITE

Lo sviluppo della Malattia parodontale

La malattia parodontale è provocata da un’infezione batterica che, associata ad altri fattori (fumo, predisposizione ereditaria, stress, ecc) danneggia il parodonto, ossia le gengive, l’osso e gli altri tessuti di sostengo dai denti.

Essendo spesso indolore, può succedere che ci sia accorga della malattia parodontale solo quando gengive e tessuto osseo sono seriamente compromessi: è infatti una delle causa più frequenti di perdita dei denti negli adulti.

Visite di controllo regolari, permettono di fare una diagnosi precoce della malattia parodontale e di mettere in atto adeguate misure di prevenzione e di trattamento.

gengivite-paradontite-paolod'angelo-dentista-roma

❝  La Malattia Paradontale è più comune di quanto tu possa imaginare. Il 70% delle persone soffrono di questa pantologia senza esserne a conoscenza. Le condizione migliori sarebbero diagnosi e trattamento precoce❞

CAUSE DELLA MALATTIA PARODONTALE:

FUMO
PLACCA
STRESS
GRAVIDANZA
FARMACI: contraccettivi, antidepressivi e altri farmaci
BRUXISMO: la tendenza a digrignare i denti di notte o in periodi di stress, può causare l’indebolimento delle strutture di sostegno dei denti.
DIABETE E ALTRE MALATTIE

paolodangelodentistaroma-paradontite-gengivite
paolodangelodentistaroma

GENGIVITE

È il primo stadio nella malattia parodontale. Le gengive diventano rosse, gonfie e possono sanguinare facilmente. In questo stadio, il disturbo è ancora reversibile, ma se non curato può progredire fino ad una forma più grave, detta parodontite.

PARODONTITE (detta anche piorrea)

È lo stadio successivo della malattia parodontale. L’infiammazione, oltre alla gengiva, coinvolge anche l’osso e le altre strutture che sostengono i denti, i quali diventano mobili e, nei casi più gravi, possono cadere da soli o dover essere estratti.

DIAGNOSI DI MALATTIA PARODONTALE

Nella diagnosi di malattia parodontale, si valuta la presenza di placca e tartaro, se le gengive sanguinano, sono gonfie, se i denti presentano mobilità, se sono sensibili. Delle radiografie possono aiutare a valutare la perdita di osso attorno ai denti.

gengivite-paradontite-paolodangelo-dentista-roma-

In condizioni normali, la parte superiore della gengiva è staccata dal dente per un’altezza di circa 1-3 mm (solco gengivale). Nel caso di malattia parodontale, questo spazio può aumentare formando una tasca parodontale dovi si accumula la placca batterica e l’igiene risulta difficile.

SONDAGGIO PARODONTALE

È essenziale per distinguer la gengivite dalla parodontite. Si esegue con una sonda che, inserita tra dente e gengiva, misura la profondità in mm della tasca parodontale (più profonda è la tasca, più grave è la parodontite).

POTRESTI SOFFRIRE DI MALATTIA PARODONTALE SE:

➟ Le gengive sanguinano, sono rosse, gonfie o sensibili
➟ Le gengive sono scostate dai denti
➟ Avete alito cattivo e sapore sgradevole persistenti
➟ I denti presentano mobilità evidente

paolodangelodentistaroma
trattamento-paolodangelodentistaroma-paradontite-gengivite

TRATTAMENTO

Il trattamento della malattia parodontale dipende dalla sua gravità. Nei primi stadi può essere trattata rimuovendo placca, tartaro e tessuti infiammati dalla superficie dei denti nella zona sottogengivale e all’interno delle tasche parodontali. Il numero di sedute necessarie per trattare la malattia parodontale, dipende dalla sua estensione e gravità.

LEVIGATURA RADICOLARE O ROOT PLANING

Consiste nel pulire e levigare le superfici della radice del dente, rimuovendone la strato danneggiato dalle tossine batteriche derivanti dalla placca. Questo procedimento, favorisce il riattacco della gengiva alla superfcie pulita liscia dela radice del dente e rende più difficile il nuovo accumulo di placca. Dopo il trattamento di levigatura radicolare, durante un controllo, il vostro dentista valuterò se le gengive sono guarite e le tasche paro dotali diminuite: forme più gravi di malattia parodontale (con tasche molto profonde), potrebbe richiedere ulteriori trattamenti. La malattia parodontale non guarisce spontaneamente e, se non trattata, può portare alla perdita di denti che hanno tessuti di sostegno seriamente danneggiati. Seguire le istruzioni su come prendersi cura dei denti e gengive dopo il trattamento, è fondamentale per ridurre il rischio di recidive della malattia parodontale.

root-planing-roma--paolodangelo-dentista